"Come questa pubblicità che ti frega usando la fisica": il divulgatore scientifico smaschera il super scotch

Un divulgatore scientifico attivo sui social ha spiegato in che modo la pubblicità del super scotch riesce a fregare gli spettatori usando la fisica.

La fisica non è solo una scienza noiosa e soporifera.Infatti, questa scienza della natura che studia la materia, le suoi componenti fondamentali, l'energia, la forza e il moto ha anche tantissime applicazioni pratiche.Infatti, la fisica è una scienza fondamentale poiché fornisce le basi per comprendere il mondo che ci circonda.Questa scienza si divide in diverse branche: classica, moderna e matematica. Tra queste tre branche, quella classica ci interessa di più in quanto studia la materia a livello macroscopico.

Tornando alle applicazioni pratiche della fisica, ciò permette anche di essere più consapevoli e, magari, anche di essere presi meno in giro.

Infatti, un divulgatore scientifico attivo sui social con il nickname claudio_divulgatore ha spiegato in che modo una pubblicità prova a fregare gli spettatori utilizzando proprio le leggi della fisica.Claudio, come si può evincere dal suo profilo Instagram, ha un dottorato di ricerca in fisica e ha lavorato anche a Zurigo.Dopo queste esperienze, quindi, ha deciso di raccontare la scienza e la fisica con leggerezza sui social in modo tale da renderla accessibile a tutti.

"Come questa pubblicità che ti frega usando la fisica": il divulgatore scientifico smaschera il super scotch
La conoscenza della fisica può migliorare la vita quotidiana

La pubblicità del super scotch che frega gli spettatori utilizzando la fisica

Quindi, Claudio ha spiegato con un semplice video, in che modo una pubblicità prova a fregare gli spettatori usando le leggi della fisica.

Il prodotto reclamato è uno di quei super scotch che, se dovessimo credere a quanto vediamo nelle pubblicità, sarebbero in grado di rattoppare qualsiasi cosa.Innanzitutto, Claudio mostra la pubblicità in questione.L'attore utilizza un pezzo di super scotch per fermare la fuoriuscita di acqua da un grande recipiente di plexiglass di forma quadrata."Sembra incredibile ma ci sono due cose di fisica di cui dobbiamo parlare", spiega Claudio agli spettatori.

Innanzitutto, il divulgatore spiega che la pressione sul buco non è data da tutta la massa d'acqua presente nel recipiente, bensì solo da quella che si trova sopra il foro. Tutta l'acqua che si trova sotto al buco, circa l'80% del totale, non contribuisce alla pressione.

"Per capirlo possiamo pensare a quando scendiamo sott'acqua, più scendiamo e più la pressione aumenta", spiega Claudio.Un'altra cosa che non quadra nella pubblicità è la forma del recipiente.Infatti, secondo la legge di Stevino, per il calcolo della pressione non conta la larghezza del recipiente, bensì solo la sua altezza."Come vedete questo contenitore è bello largo ma tutta questa massa non contribuisce alla pressione", rivela il divulgatore.Per dare un metro di misura, Claudio afferma che la pressione dell'acqua in quell'enorme recipiente è paragonabile a quella di una bottiglina d'acqua: ecco perché lo scotch riesce a tappare il buco con facilità!

LEGGI ANCHE: Pila di dvd in equilibrio, lo studente Marco risolve la sfida del prof.

di fisica: come ha fatto

Lascia un commento