Circeo, anticipazioni ultima puntata: succederà di tutto

Il 28 Novembre va in onda su Rai 1 l'ultima puntata della miniserie Circeo che ricostruisce gli eventi del massacro avvenuto nel 1975.

La terza e ultima puntata chiude la miniserie Circeo in onda su Rai 1 diretta da Andrea Molaioli.Volge al termine l'avventura televisiva che vuole raccontare i fatti avvenuti a pochi km da Roma.Nel 1975 quando alcuni ragazzi hanno sequestrato due ragazze coetanee per torturarle, violentarle con la morte di una delle due.Il pubblico non vede l'ora di vedere come si concluderà questa serie emozionante, dura, drammatica e molto attuale nonostante sia ambientata negli anni '70.

Cosa succede nell'ultima puntata di Circeo?

Nel corso dell'ultima puntata la Corte d'Assise condanna all'ergastolo i colpevoli. Segna così una svolta importante per la storia della lotta per i diritti delle donne.

Teresa sostiene Tina Lagostena Bassi.Donatella cerca di rifarsi una vita e lasciarsi alle spalle quel giorno di buio e violenza anche se è estremamente difficile.I fantasmi del passato continuano a perseguitare la vittima, colei che per l'opinione pubblica resterà sempre "la ragazza del Circeo".La notizia dell'ergastolo dei ragazzi può essere messa in discussione.Dopo cinque anni dalla sentenza di primo grado, il caso del Circeo va a finire nel dimenticatoio.Gli avvocati, tuttavia, continuano la loro battaglia per difendere Donatella con l'aiuto di Teresa e arrivano alla conferma della condanna per i responsabili.

1664004032-circeo-serie-tv-8-k1-u345083512376mzb-656x492corriere-web-sezioni

La violenza sulle donne tra ieri e oggi

Greta Scarano, Ambrosia Caldarelli, Angelo Spagnoletti, Pia Lanciotti, Benedetta Cimatti, Guglielmo Poggi ed Enrico Ianniello sono parte del cast di questa miniserie molto applaudita e seguita.

Creata da Flaminia Gressi.Circeo guarda la passato ma con un chiaro sguardo al presente.

Gianni Guido, Angelo Izzo e Andrea Ghira il 29 luglio 1976 vengono condannati all'ergastolo senza alcuna attenuante e la giustizia è stata fatta in nome delle due vittime.Ghira, dopo aver provato a fuggire in Spagna, è stato espulso dalla legione straniera per consumo di droghe ed è morto dopo poco per overdose, a Melilla. Donatella Colasanti, sopravvissuta al massacro, trova un lavoro e prova a farsi una nuova vita, ma dopo cinque anni la sentenza è messa in discussione e si riapre il processo con una nuova conferma dell'ergastolo nel 1980.

Questa drammatica vicenda è stata già raccontata più volte tra cinema e tv, come il film La Scuola Cattolica di Stefano Mordini e I Violenti di Roma Bene di Sergio Grieco e Massimo Felisatti.

Leggi anche: Circeo, Ambrosia Caldarelli condivide uno scatto esclusivo

Lascia un commento